Novitą in materia di imposta di bollo sulle fatture elettroniche.

 

Nuove disposizioni Agenzia Entrate dal 2021.

 

  (Versione stampabile)

 

Con il provvedimento del 4 febbraio 2021 l’Agenzia delle Entrate ha dettato nuove regole riguardanti i termini per il versamento e per la verifica degli importi.

 

Termini per il versamento

A decorrere dal 2021 il Decreto MEF del 04/12/2020 ha modificato i termini per il versamento dell'imposta di bollo sulle fatture elettroniche, diversificandolo in base all'importo dell'imposta dovuta e lasciando pił tempo quando l'imposta č inferiore a 250 euro a trimestre relativamente al e II° trimestre.

Diversamente il termine generico č entro la fine del secondo mese successivo al trimestre.

Schematizziamo le scadenze:

 

 

Verifica degli Importi

Per ogni trimestre, nell’area Fatture e Corrispettivi vengono messi a disposizione due elenchi:

 

elenco A (non modificabile) che contiene gli estremi delle fatture correttamente assoggettate all’imposta di bollo;

 

elenco B (modificabile) che contiene gli estremi delle fatture che presentano i requisiti per l’assoggettamento al bollo ma che non riportano l’indicazione prevista nel relativo file xml (campo <bollo virtuale>= SI).

 

In tal modo č possibile verificare di aver correttamente assoggettato le fatture elettroniche all’imposta di bollo e, nel caso di omissione nell’indicazione del bollo, č possibile allinearsi a quanto indicato dall’Agenzia.

Ricordiamo che gli elenchi forniti da Agenzia Entrate sono relativi alle fatture con data invio a SDI compresa nel trimestre di riferimento, pertanto una fattura datata 31 marzo inviata a SDI il 01 aprile, viene considerata ai fini del bollo, tra le fatture relative al secondo trimestre.

 

Nella dispensa informativa predisposta da Agenzia Entrate si “invita a conformarsi alle regole seguite dall’Agenzia onde evitare la costante squadratura tra gli importi versati dal contribuente e quelli determinati da Agenzia delle Entrate, che dovrebbe poi essere chiarita con contatto presso l’Agenzia”.

 

Si č provveduto pertanto ad aggiornare il report di eQuilibra elencando i bolli per data invio ovvero in base alla data indicata nella Ricevuta Consegna del documento.

 

 

Nel report “elencobolliperfattura” ora vengono indicate anche le colonne “Data Invio” e “Id Sdi”, quest’ultimo dato č utile per il confronto con l’elenco bolli fornito da Agenzia Entrate.

 

Contabilizzazione automatica imposta di bollo su fatture esenti

 

Con le recenti versioni di eQuilibra č stata introdotta la possibilitą di contabilizzare automaticamente il debito verso l’Erario per l’imposta di bollo sulle fatture esenti.

 

L’attivazione avviene nelle Opzioni di Registrazione in Prima nota attivando l’indicatore “Abilita /conto bolli su importazione fatture emesse”:

 

 

 

E’ necessario impostare due conti nella tabella Codici Conto Fissi (C – 1.1.A):

 

Nella sezione Iva C/erario inserire il conto patrimoniale per il debito verso l’erario per l’imposta da versare

 

 

Nella sezione  Fatture Emesse inserire il conto economico per il costo dell’imposta di bollo

 

 

Nella fase di importazione fatture il programma genera su ogni registrazione di fattura emessa soggetta a bollo, il giroconto da “spese bolli” a “debito verso erario” similmente all’esempio che segue:

 

 

Per proseguire con l’aggiornamento cliccare qui

 

26/05/2021

 

Buon Lavoro

Supporto Clienti eQuilibra