CONTABILITA' SEMPLIFICATA

dal 2017 nuovo regime “per cassa”

(versione stampabile)

Premessa.

Con l'ultima manovra finanziaria (Legge 232/16) è stato stravolto il sistema della contabilità semplificata (che è il regime contabile riservato a società di persone, professionisti e ditte individuali entro determinati limiti di reddito annuo), che prevede dal 2017 il calcolo del reddito d'impresa in base ai costi effettivamente pagati e ai ricavi effettivamente incassati.

Si passa dal cosiddetto “regime di competenza” al “regime per cassa”.

Tale regime sembrerebbe agevolare le imprese che incassano con dilazioni molto lunghe e che rimanderebbero l'imposizione fiscale al momento dell'incasso e non a quello dell'emissione della fattura. Ma per talune attività ci sono pesanti ripercussioni sull'esito che il valore delle rimanenze di magazzino può avere sul risultato d'esercizio.

Quali sono le novità?

Questa “novità” che è innanzitutto un obbligo e non un'opzione, introduce nuovi adempimenti in materia di libri e registri contabili. Fermo restando la tenuta dei registri iva acquisti, vendite e corrispettivi, vengono introdotti altri obblighi per certificare quali siano i costi pagati e i ricavi incassati.

Ci sono a tal proposito 3 possibilità per adempiere ai nuovi obblighi:

1) Adottare il Registro incassi e pagamenti: nuovo registro in cui devono essere annotati cronologicamente gli incassi e i pagamenti effettuati, con indicazione dell'importo incassato/pagato, le generalità del cliente/fornitore e gli estremi del documento.

Questo sistema implica la modifica sia del sistema di registrazione delle fatture, sia del sistema di registrazione degli incassi e pagamenti.

2) Adottare i Registri Iva integrati: si puo' derogare alla tenuta del registro di cui al punto 1) se gli incassi e pagamenti vengono integrati nel registro Iva.

3) Adottare il Regime della registrazione: è possibile optare per almeno 3 anni per un regime particolare in cui la registrazione del documento presume anche l'incasso/pagamento dello stesso. A fine anno sarà necessario operare le dovute operazioni di storno dei documenti NON incassati e NON pagati al fine di determinare il reddito imponibile. E' opportuna la registrazione degli incassi e pagamenti.

Quale soluzione per eQuilibra?

Per gli utenti che attualmente utilizzano il modulo della contabilità di eQuilibra per la tenuta della contabilità semplificata, la soluzione da adottare è quella del Regime della registrazione per questi motivi:

Questa soluzione viene altresì prospettata dagli studi commercialisti in quanto non aggiunge ulteriori adempimenti gravosi per entrambe le parti.

Fermo restando l'attuale quadro normativo, si tratta quindi di continuare a registrare le operazioni ai fini Iva e di mantenere aggiornato lo scadenzario in modo da poter intervenire a fine anno con eventuali rettifiche.

Rimaniamo a disposizione per eventuali chiarimenti in proposito e vi invitiamo a consultare il vostro commercialista sull'opportunità di mantenere il nuovo regime o passare al regime di contabilità ordinaria.

Supporto clienti eQuilibra