FATTURAZIONE ELETTRONICA – si parte!

Rilascio AGGIORNAMENTO 2019


(versione stampabile)

La Fatturazione Elettronica è partita! Viene rilasciata una nuova versione dei programmi per la FATTURAZIONE ELETTRONICA, con le ultime implementazioni alla versione del 21 dicembre scorso.

Per tutti coloro che hanno acquistato il modulo è necessario aggiornare il programma, anche coloro che hanno aggiornato alla versione del 21/12/18.


Per la documentazione aggiornata per l'utilizzo del programma eQuilibra B2B/B2C/PA cliccare qui.


ATTENZIONE AL CODICE DI ABILITAZIONE: verificare dopo l'aggiornamento e le procedure di recovery che nel codice abilitazione (Strumenti-Abilitazione installazione) sia compilato il dato relativo al “codice di abilitazione aggiuntivo”.



Nel caso fosse vuoto occorre richiedere il codice di abilitazione. Considerato l'alto numero di chiamate che arrivano al nostro centralino in questo periodo, consigliamo di richiedere il nuovo codice mandando una mail a info@siware.it che provvederà tempestivamente ad inviare il nuovo codice.


Ci sono inoltre alcuni controlli che vi invitiamo a fare per limitare gli errori e gli scarti delle fatture elettroniche.

In particolare:

Con queste caratteristiche il programma riconosce che è un condominio e trasmette la fattura con codice 0000000.

Consigliamo di effettuare un controllo su tali soggetti per verificare che non abbiano la partita iva duplicata dal codice fiscale perchè in tal caso il SDI scarta la fattura in quanto la “partita iva non è presente in anagrafe tributaria.

Ricordiamo inoltre, a tal proposito, che è possibile utilizzare il Servizio di verifica partita iva e codice fiscale di persona fisica o soggetto diverso.


Si ricorda che con la fatturazione elettronica il bollo diventa virtuale (Decreto MEF 17/06/14)


Per fatture relative a:

l’imposta di bollo è dovuta nella misura di 2 per ogni fattura emessa di importo superiore a € 77,47 e andrà versata in unica soluzione entro 120 gg dalla chiusura dell'esercizio (Mod. F24 codice tributo 2501).

Si ricorda che l'imposta è dovuta INDIPENDENTEMENTE dal fatto che venga addebitata o meno al cliente. Se con la fattura “cartacea” si assoggettava applicando la marca da bollo, ora con la fattura elettronica si assoggetta in modo “virtuale”.

Per assoggettare correttamente la fattura elettronica al bollo virtuale il codice iva utilizzato deve essere soggetto a bollo. Pertanto occorre verificare che in Codici Iva di Vendite (V. 1-4-3) sia indicato l'importo del bollo come nell'esempio che segue:





Per il primo semestre 2019 non saranno applicate le eventuali sanzioni per mancato invio della fattura elettronica entro i termini attualmente in vigore, purchè l'invio avvenga entro il termine della liquidazione periodica dell'Iva. Pertanto si ritiene che le fatture emesse nel mese di gennaio dovranno essere inviate entro il 15 febbraio.




Per proseguire con l'aggiornamento dei programmi cliccare qui.


Buon lavoro!


Supporto clienti eQuilibra.


04/01/19